Vai ai contenuti

   Dettaglio gara

Dettaglio della gara
Denominazione: KR 172B/10 – CROTONE- “REALIZZAZIONE DI UNA VASCA DI LAMINAZIONE SUL TORRENTE PAPANICIARO”
Descrizione:
Responsabile unico del procedimento: Ing. Giuseppe Germinara
Appalto: Lavori pubblici
Procedura: Aperta
Sopra/sotto soglia:Sotto soglia
Tipologia di trattativa:Offerta segreta
Criterio di aggiudicazione:Offerta economicamente più vantaggiosa
Categoria/e merceologica/e:
  • OG8 - OPERE FLUVIALI, DI DIFESA, DI SISTEMAZIONE IDRAULICA E DI BONIFICA
  • QUALIFICAZIONE per PRESTAZIONE DI PROGETTAZIONE E COSTRUZIONE
Inizio gara: 17/06/2015 12:30
Fine gara: 29/07/2015 16:00
Svolgimento della gara: Telematica (online)
Pubblicazione sul sistema:17/06/2015
Stato:Aggiudicata
Documentazione allegata:
Documentazione di Gara:
Esiti di gara:
  • Nessun esito di gara pubblicato
Fase di gara - Documentazione richiesta:

Amministrativa

  • SCHEMA DI CONTRATTO - Il Legale Rappresentante/Procuratore sigli lo schema di contratto in ogni pagina che lo compone, lo sottoscriva in calce per accettazione e lo rialleghi in formato PDF - [Invio telematico con firma digitale - Obbligatorio, ammessi più documenti - Invio congiunto (per Operatori Riuniti)]
  • Eventuali altri allegati - [Invio telematico con firma digitale - Facoltativo - Invio congiunto (per Operatori Riuniti)]
  • DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALLA GARA - Il legale Rappresentante/Procuratore dell/delle impresa/e concorrenti compili il modello in ogni sua parte, lo sottoscriva in calce e lo alleghi in formato pdf, corredato di documento di riconoscimento in corso di validità. - [Invio telematico con firma digitale - Obbligatorio, ammessi più documenti - Invio disgiunto (per Operatori Riuniti)]
  • AVVALIMENTO - II DICHIARAZIONE In caso ci si avvalga dell'istituto dell'Avvalimento (Art49 DLgs 163/2006) si alleghi in formato PDF dichiarazione sottoscritta dal Legale Rappresentante dell’impresa ausiliaria con cui quest'ultima si obbliga verso concorrente e stazione appaltante a mettere a disposizione per tutta la durata dell'appalto le risorse necessarie di cui è carente il concorrente - [Invio telematico con firma digitale - Facoltativo, ammessi più documenti - Invio disgiunto (per Operatori Riuniti)]
  • CONSORZI - ATTO COSTITUTIVO ed ELENCO IMPRESE CONSORZIATE - In caso partecipi un Consorzio già costituito, allegare in formato PDF copia autentica dell'Atto Costitutivo del Consorzio e copia autentica dell'elenco delle imprese - [Invio telematico con firma digitale - Facoltativo, ammessi più documenti - Invio disgiunto (per Operatori Riuniti)]
  • CCIAA & REGOLARITA' CONTRIBUTIVA - Il Legale Rappresentante/Procuratore di ogni impresa concorrente compili il modello in ogni sua parte, lo sottoscriva in calce e lo alleghi in formato pdf, firmato digitalmente, corredato di documento di riconoscimento in corso di validità. - [Invio telematico con firma digitale - Obbligatorio, ammessi più documenti - Invio disgiunto (per Operatori Riuniti)]
  • MODELLO UNICO SUI CESSATI DALLA CARICA - Ogni soggetto cessato dalla carica entro un anno dalla pubblicazione dal bando di gara, ovvero dalla lettera d'invito, compili il modello in ogni sua parte, lo sottoscriva, lo renda in formato pdf firmato digitalmente e lo corredi di documento di riconoscimento in corso di validità. - [Invio telematico con firma digitale - Facoltativo, ammessi più documenti - Invio disgiunto (per Operatori Riuniti)]
  • CAUZIONE PROVVISORIA - Ai sensi degli artt. 46 e 47 del D.P.R. 445/2000 consapevole delle sanzioni penali previste dall'art 76 del D.P.R. 445/2000 per le ipotesi di falsità in atti e dichiarazioni mendaci, allegare in PDF copia della cauzione provvisoria ai sensi dell’art.113 del DLgs 163/2006, con sottoscrizione dell’ente fidejubente autenticata ai sensi di legge da pubblico ufficiale. - [Invio telematico con firma digitale - Obbligatorio, ammessi più documenti - Invio congiunto (per Operatori Riuniti)]
  • AVVALIMENTO - I DICHIARAZIONE - In caso ci si avvalga dell'istituto dell'Avvalimento (Art.49 DLgs 163/2006), si alleghi in formato PDF e firmata digitalmente, una dichiarazione emessa dal Legale Rappresentante dell’impresa ausiliaria in cui Egli attesti il possesso dei requisiti generali di cui all'art.38, dei requisiti tecnici e delle risorse oggetto di avvalimento. - [Invio telematico con firma digitale - Facoltativo, ammessi più documenti - Invio disgiunto (per Operatori Riuniti)]
  • ATTO DI CONFERIMENTO DELLA PROCURA - Ai sensi degli Artt 46 e 47 del D.P.R. n. 445/2000 consapevole delle sanzioni penali previste dall'art 76 del D.P.R. n. 445/2000, per le ipotesi di falsità in atti e dichiarazioni mendaci -in caso di presentazione istanza da parte di un Procuratore- allegare in formato PDF l'atto di conferimento della procura - [Invio telematico con firma digitale - Facoltativo, ammessi più documenti - Invio disgiunto (per Operatori Riuniti)]
  • AVVALIMENTO - CONTRATTO DI AVVALIMENTO In caso ci si avvalga dell'istituto dell'Avvalimento (Art. 49 D.Lgs 163/2006) allegare in formato PDF in originale o copia autentica il Contratto in virtu' del quale l'impresa ausiliaria si obbliga nei confronti del concorrente a fornire i requisiti e a mettere a disposizione le risorse necessarie per tutta la durata dell'appalto. - [Invio telematico con firma digitale - Facoltativo, ammessi più documenti - Invio disgiunto (per Operatori Riuniti)]
  • AVVALIMENTO – III DICHIARAZIONE In caso ci si avvalga dell'istituto dell'Avvalimento (Art. 49 D.Lgs 163/2006) si alleghi in formato PDF e firmata digitalmente, dichiarazione verificabile ai sensi dell'art. 48, attestante l'avvalimento dei requisiti necessari per la partecipazione alla gara, con specifica indicazione dei requisiti stessi e dell'impresa ausiliaria. - [Invio telematico con firma digitale - Facoltativo, ammessi più documenti - Invio disgiunto (per Operatori Riuniti)]
  • CERTIFICATO DI QUALITA' - In caso di riduzione del 50% della cauzione provvisoria nelle modalità previste al comma 7, articolo 75 del D.Lgs. 163/2006, allegare copia conforme all’originale della Certificazione di Qualità posseduta del/i concorrente/i. - [Invio telematico con firma digitale - Facoltativo, ammessi più documenti - Invio disgiunto (per Operatori Riuniti)]
  • DOCUMENTAZIONE AGGIUNTIVA DI INTEGRAZIONE O CHIARIMENTO - Il Legale Rappresentante/Procuratore inserisca in questa sezione qualsivoglia documento ad integrazione, specifica o chiarimento alla documentazione obbligatoria presentata. Es: Situazione di Controllo, Non menzione sentenze, Atto di costituzione raggruppamento di Imprese, Impegno a Costituirsi in ATI, Varie ed eventuali - [Invio telematico con firma digitale - Facoltativo, ammessi più documenti - Invio disgiunto (per Operatori Riuniti)]
  • DICHIARAZIONI SOGGETTIVE EX ARTICOLO 38 e CASELLARIO GIUDIZIALE E CARICHI PENDENTI - Ogni soggetto tenuto per legge alla presentazione delle dichiarazioni ex articolo 38 compili il modello in ogni sua parte, lo sottoscriva, lo corredi di documento di riconoscimento e lo renda a sistema in formato PDF. - [Invio telematico con firma digitale - Obbligatorio, ammessi più documenti - Invio disgiunto (per Operatori Riuniti)]
  • ATTESTAZIONE SOA - Allegare copia conforme dell'Attestazione di Qualificazione per Costruzioni SOA, ai sensi del DPR 5 ottobre 2010 n° 207. - [Invio telematico con firma digitale - Obbligatorio, ammessi più documenti - Invio disgiunto (per Operatori Riuniti)]
  • QUIETANZA PAGAMENTO AVCP - Ai sensi degli artt. 46 e 47 del D.P.R. 445/2000, consapevole delle sanzioni penali previste dall'art. 76 del D.P.R. n. 445/2000, per le ipotesi di falsità in atti e dichiarazioni mendaci, allegare in formato PDF copia della quietanza attestante l’avvenuto versamento della contribuzione obbligatoria a favore dell'AVCP - [Invio telematico con firma digitale - Obbligatorio - Invio congiunto (per Operatori Riuniti)]
  • DOMANDA PARTECIPAZIONE PROFESSIONISTA - Il legale Rappresentante/Procuratore dell/delle impresa/e concorrenti alleghi in formato pdf le domande di partecipazione redatte dal singolo professionista corredata del relativo documento di riconoscimento in corso di validità. - [Invio telematico con firma digitale - Obbligatorio, ammessi più documenti - Invio congiunto (per Operatori Riuniti)]
  • ELENCO INCARICHI PROFESSIONALI - Il legale Rappresentante/Procuratore dell/delle impresa/e concorrenti alleghi in formato pdf l’elenco incarichi professionali - [Invio telematico con firma digitale - Obbligatorio, ammessi più documenti - Invio congiunto (per Operatori Riuniti)]
Dettaglio lottiVisualizza

   Comunicazioni dell'Amministrazione

# Comunicazioni dell'Amministrazione
1

Pubblicata il 28.07.2015

Posticipo termine ultimo di presentazione delle offerte

Si informano i partecipanti alla Procedura aperta KR 172B/10 – CROTONE- “REALIZZAZIONE DI UNA VASCA DI LAMINAZIONE SUL TORRENTE PAPANICIARO” che a seguito di diverse segnalazioni di malfunzionamenti della piattaforma telematica, il termine ultimo di presentazione delle offerte è posticipato al 29.07.2015 alle ore 16:00

2

Pubblicata il 26.11.2015

Comunicazione data apertura documentazione di gara

Si comunica che giorno 9 dicembre 2015 alle ore 9.30 si procederà alla apertura della documentazione amministrativa relativa alla gara in oggetto. Saluti

3

Pubblicata il 06.04.2016

comunicazione esclusione dalla gara

Si comunica che in data 5 aprile 2016 la S.V. è stata esclusa dalla procedura KR172B/10, poiché dall'offerta economica presentata si evince una offerta in aumento rispetto all'importo posto a base di gara. Pertanto, ai sensi del paragrafo 4.13 del disciplinare di gara si procede alla esclusione dalla presente procedura.

Si resta a disposizione per eventuali chiarimenti.

La Commissione di gara

4

Pubblicata il 06.04.2016

Comunicazione esito di gara provvisoriamente aggiudicata

In esito alla seduta pubblica del 5 aprile 2016, si comunica con riferimento alla aggiudicazione provvisoria della gara KR 172B/10 la seguente classifica:

1. Essebi cpstruzioni srl - 86,24

2. Mazzei Salvatore - 84,03

3. Crotonscavi - 81,09

4 Vona Calcestruzzi - 71,51

5. Impresa Vona Mario- 71,74

6 Socea- 65,38

7.Costruzioni stradali srl Eslcuso.

Essendo il punteggio della prima classificata superiore ai 4/5 del punteggio massimo attribuibile, la stazione appaltante prima della aggiudicazione definitiva procederà a richiedere le prescritte giustificazioni dei prezzi offerti ai sensi dell'art.86 dlgs 163/2006.

Si resta a disposizione per ogni ulteriore chiarimento.

   Chiarimenti

# Chiarimenti
1

Pubblicata il 19.06.2015

DOMANDA

Buonasera.

Se l'impresa che partecipa alla gara possiede attestazione SOA per esecuzione e progettazione in categorie e classifiche adeguate a quelle richieste nel bando di gara, i progettisti dello staff tecnico, dipendenti della stessa, quali requisiti devono possedere e quindi dichiarare in fase di gara in merito al fatturato, ai servizi analoghi svolti, al numero dei dipendenti, ....?

RISPOSTA

Come rischiesto dal disciplinare di gara, nel caso l'impresa sia in possesso di SOA per esecuzione e progettazione in categorie e classifiche adeguate, non è necessario che lo staff tecnico incarico non dimostri alcun altro requisito oltre a quello di essere dipendenti dell'impresa partecipante in possesso della predetta SOA per esecuzione e progettazione.

2

Pubblicata il 25.06.2015

DOMANDA

Buongiorno.

- Considerata la vostra risposta al nostro quesito del 19/06/2015 che per completezza si riporta di seguito “Come richiesto dal disciplinare di gara, nel caso l'impresa sia in possesso di SOA per esecuzione e progettazione in categorie e classifiche adeguate, non è necessario che lo staff tecnico incarico non dimostri alcun altro requisito oltre a quello di essere dipendenti dell'impresa partecipante in possesso della predetta SOA per esecuzione e progettazione ”.

- Considerato che il disciplinare di gara riporta: “Le imprese attestate per prestazioni di progettazione e costruzione devono possedere i requisiti di cui all’articolo 263 del D.P.R. 207/2010 e s.m.i. attraverso l’associazione o l’indicazione in sede di offerta di un progettista scelto tra i soggetti di cui all’articolo 90, comma 1, lettere d), e), f), f-bis), g) e h), del D. Lgs. n. 163/2006 e s.m.i., laddove i predetti requisiti non siano dimostrati attraverso il proprio staff di progettazione”.

Si chiede quali requisiti di cui all’art. 263 del D.P.R. 207/2010 e s.m.i. devono essere dimostrati dal predetto staff di progettazione formato da dipendenti dell’impresa iscritti al relativo albo.

Si chiede altresì, per tali soggetti appartenenti allo staff tecnico, quali modelli tra quelli a corredo della documentazione di gara vanno compilati.

Ringraziando anticipatamente porgiamo i nostri più distinti saluti.

RISPOSTA

Non si devono dichiarare i requisiti dell'art.263 del dPR 207/2010 ma devono essere rese le dichiarazioni di cui all'art.38.

3

Pubblicata il 06.07.2015

DOMANDA

In riferimento alla gara in oggetto, in riferimento ai quesiti necessaria di natura tecnica si chiedono ulteriori chiarimenti sui punti che seguono:

1) Paragrafo 10.2 del Disciplinare di Gara (Progettazione – pag. 23) – Punto d): “un numero medio annuo del personale tecnico utilizzato negli ultimi tre anni (comprendente i soci attivi, i dipendenti, i consulenti su base annua iscritti ai relativi albi professionali, ove esistenti, e muniti di partiva IVA e che firmino il progetto, ovvero firmino i rapporti di verifica del progetto, ovvero facciano parte dell’ufficio di direzione lavori e che abbiano fatturato nei confronti della società offerente una quota superiore al cinquanta per cento del proprio fatturato annuo, risultante dall’ultima dichiarazione IVA, e i collaboratori a progetto in caso di soggetti non esercenti arti e professioni), in una misura pari a 2 volte le unità stimate nel bando per lo svolgimento dell'incarico e quindi pari a : 8 unità”.

In particolare nella determinazione n.4 del 25/02/2015 del Consiglio dell’Autorità di Nazionale dell’Anticorruzione, è riportato testualmente a pag. 7: “Per quanto riguarda le unità facenti parte dell’organico medio annuo, da fissarsi in misura variabile tra 2 e 3 volte le unità stimate nel bando di gara, la norma deve essere interpretata alla luce di quanto previsto dall’art. 90, co. 1, lett. d), del Codice, ai sensi del quale è ammessa la partecipazione alle gare di liberi professionisti (singoli o associati), i quali, proprio in virtù loro natura giuridica, non dispongono di un organico di personale/tecnici. Al citato requisito dell’organico deve, pertanto, essere necessariamente data una lettura in ragione della tipologia diversa tipologia di soggetti partecipanti alla gara. Il requisito va dunque inteso come organico medio annuo negli ultimi tre anni per i soggetti organizzati in forma societaria (società di professionisti e società di ingegneria) e come possesso delle unità minime stimate nel bando per i liberi professionisti. Questi ultimi potranno raggiungere il numero di unità fissate nel bando di gara mediante la costituzione di un raggruppamento temporaneo di professionisti”.

Pertanto si chiede conferma se tale requisito può essere assolto da un Raggruppamento Temporaneo di Professionisti formato da 4 unità in grado di assolvere anche gli altri requisiti richiesti.

2) Paragrafo 10.2 del Disciplinare di Gara (Progettazione – pag. 23) – Punti b) e c) e quanto specificato a pag. 24, ovvero: “I servizi di cui all’articolo 252 del D.P.R. 207/2010 e s.m.i. valutabili sono quelli iniziati, ultimati e approvati nel decennio antecedente la data di pubblicazione del presente bando, ovvero la parte di essi ultimata e approvata nello stesso periodo per il caso di servizi iniziati in epoca precedente. Non rileva al riguardo la mancata realizzazione dei lavori ad essa relativi. Sono valutabili i servizi svolti per committenti pubblici e privati documentati attraverso certificati di buona e regolare esecuzione rilasciati dai committenti pubblici o privati o dichiarati dall’operatore economico che fornisce, su richiesta della Stazione Appaltante, prova dell’avvenuta esecuzione attraverso gli atti autorizzativi o concessori, ovvero il certificato di collaudo, inerenti il lavoro per il quale è stata svolta la prestazione, ovvero tramite copia del contratto e delle fatture relative alla prestazione medesima, ovvero, ai sensi di quanto disposto nelle determinazioni n. 5 del 27 luglio 2010 e n. 20 del 26 novembre 2003 dell’Autorità per la Vigilanza sui Contratti Pubblici, ogni documentazione sufficiente a dare prova di quanto dichiarato in fase di gara in merito alla dimostrazione del possesso di requisiti”.

A tal riguardo si fa riferimento a quanto riportato nella determinazione n.4 del 25/02/2015 del Consiglio dell’Autorità di Nazionale dell’Anticorruzione, è riportato testualmente a pag. 7 ovvero:

“Per quanto riguarda gli appalti di progettazione ed esecuzione dei lavori, occorre chiarire che l’“approvazione” richiamata dall’art. 263, co. 2, del Regolamento ai fini dell’individuazione dei servizi valutabili, si riferisce all’approvazione da parte della stazione appaltante come definita dagli artt. 168 e 169, del medesimo Regolamento. Per i progetti affidati da committenti privati, l’approvazione potrebbe essere riferita alla concessione del titolo autorizzativo da parte dell’ente pubblico competente (es. concessione edilizia rilasciata dal Comune)”.

Pertanto si chiede conferma se tale requisito può essere assolto da progetti regolarmente esecutivi regolarmente approvati dalle Stazioni Appaltanti indipendentemente dalla conclusione dei lavori.

3) Categoria di Progettazione D.02

Si chiede se i progetti riportati in allegato rientrano nella categoria di progettazione D.02 cosi come previsto nel Disciplinare di gara.

Cordiali saluti

SOCEA S.r.l.

RISPOSTA

1) Il raggruppamento temporaneo di professionisti per liberi professionisti deve essere composto dalle unità minime previste nel bando alla lettera (d) ovvero 8 unità la cui squadra di tecnici deve avere la composizione minima per come esplicitato alla successiva lettera (e);

2) la certificazione di buona e regolare esecuzione è certamente riferita alla sola progettazione, non rileva la mancata realizzazione dei lavori. A tal riguardo è necessario fornire qualsiasi titolo che certifichi l'approvazione della progettazione svolta sia esso il titolo autorizzativo concessorio o la verifica della progettazione in contradditorio con il RUP etc. Si chiarisce che non basta il titolo autorizzativo da parte della Stazione Appaltante se nel medesimo non è richiamata la verifica e validazione della progettazione effettuata;

3) la corrispondenza con la categortia di progettazione non può essere desunta da questa Stazione Appaltante solo sulla scorta di un titolo, anche in questo caso la corrsipondenza del tipo di categoria di progettazione svolta va attestata dal RUP.

4

Pubblicata il 22.07.2015

DOMANDA

Nella relazione di calcolo allegata al progetto preliminare si presenta una verifica dell’asta in moto permanente allo stato di progetto, con portata costante di 163 m3/s. Non è chiaro pertanto come siano stati determinati e quali siano i volumi utili della cassa di laminazione. D’altra parte dagli elaborati grafici non è possibile desumere indirettamente tale informazione dalla lettura di importanti indicazioni geometriche (assenti), come ad esempio la quota assoluta dello sfioratore allo sbarramento, l’ubicazione e l’altezza delle arginature dell’invaso, ecc..). Si richiede pertanto di voler fornire il volume utile dell’opera di laminazione e la portata bicentenaria massima che potrà defluire dallo sbarramento verso valle.

Come corollario del quesito precedente, poiché negli elaborati di gara si riferisce che “la Protezione Civile della Regione Calabria ha affidato i “Lavori di Sistemazione idraulica e messa in sicurezza del torrente Papaniciaro e realizzazione vasche di laminazione” in cui è prevista la realizzazione di una vasca di laminazione. I lavori sono stati affidati ed inizieranno all’ottenimento delle Autorizzazioni”,

si chiede di voler indicare se l’effetto di laminazione di tali opere a monte dovrà essere considerato nella presente progettazione. In tal caso si prega di fornire le portate rilasciate dall’invaso già appaltato, con assegnato periodo di ritorno. In alternativa si chiede comunque di indicare un idrogramma di riferimento per il dimensionamento della cassa di espansione ed una portata massima defluibile a valle dello sbarramento, onde poter dimensionare gli organi di regolazione-sfioro ed il canale successivo.

Nell'attesa ci è gradito porgere distinti saluti.

RISPOSTA

In riferimento al quesito n. 1 si rappresenta che al paragrafo 3.3 Descrizione interventi previsti della Relazione Idrologica Idraulica - Allegato A2 - vengono riportate le indicazioni che riguardano il volume utile della vasca di laminazione, pari a circa 120.000 mc. In ogni caso lo scopo della vasca è quello di avere il massimo effetto di laminazione dell' portate di piena compatibilmente con lo stato dei luoghi e l'entità del finanziamento. er cui l'obbiettivo del progetto definitivo deve essere quello di perseguire il suddetto scopo. Si fa presente comunque che i dati sopra riportati derivano da valutazioni preliminari che dovranno rivisti in sede di progettazione definitiva. Le quote delle opere idrauliche sono riportate in allegato nelle sezioni della suddetta relazione.

In riferimento al quesito n. 2 si rappresenta che entrambe le opere di laminazione sono mirate alla mitigazione del rischio idraulico del Torrente Papaniciaro e che allo stato attuale non si conosce la conformazione definitiva e quindi l'effetto di laminazione della vasca di monte oggetto di gara da parte della Protezione civile della Regione Calabria.

Cordiali saluti

IL RUP

Ing. Giuseppe Germinara